8 ore VGIL
Commenti disabilitati su Piero Lucca 16

Piero Lucca

I protagonisti delle 8 ore

8 ore VGIL
(Casala Monferrato (AL), 10 maggio 1859 – Roma, 13 agosto 1921)
Piero Lucca, iniziò la sua carriera a Vercelli, entrando nella Società Operaia, di cui fu presidente.
Nel 1880 incominciò a dare la scalata alla Camera e, per avere un mezzo di propaganda, fondò la Nuova Vercelli, l’unico giornale quotidiano vercellese.
Nelle elezioni dell’anno successivo si mise in lizza nel collegio di Crescentino, ma fu sconfitto da Giovanni Faldella per pochi voti; ritentò nelle elezioni del 1882 e vinse. Fu membro della Camera dei Deputati per il collegio di Vercelli fino al 1909, quando, pur avendo ottenuto più voti del candidato rivale, l’avv. Mario Abbiate, rifiutò il ballottaggio. Un mese dopo venne nominato senatore del Regno.
Nel 1891, quando Di Rudinì formò il governo, fu sottosegretario al Ministero dell’Interno, distinguendosi, tra l’altro, quale autore di una dura repressione nei riguardi di una manifestazione popolare durante la festa del primo maggio.
Dopo la caduta del governo Di Rudinì, svanite le velleità ministeriali, concentrò le sue ambizioni a Vercelli, dove divenne una specie di autocrate. Fu consigliere comunale e provinciale, assessore comunale, pro-sindaco dal 1894 al 1897 e nel 1902, fu sindaco dal 1915 al 1919.
Durante il tempo in cui esercitò il suo rilevante potere locale, ebbe il merito di realizzare, per Vercelli, opere pubbliche importanti, come l’impianto elettrico e l’acqua potabile, ma queste opere non furono sufficienti a far cessare le critiche nei riguardi della sua politica.
E’ infatti opinione abbastanza comune che lo scarso progresso economico della città sia da attribuire alla azione del Lucca, il quale, difensore strenuo degli interessi dell’agricoltura, avrebbe ostacolato gli insediamenti industriali, preoccupato degli effetti che la richiesta di manodopera da parte delle fabbriche avrebbero potuto avere sui costi e sulla disponibilità della forza lavoro agricola.
La morte improvvisa lo colse in un albergo a Roma il 13 agosto 1921.

Related Articles

Back to Top


http://www.cgil.it
http://www.cgilpiemonte.it
© CGIL VERCELLI VALSESIA - CF: 80007560024