ifi
Commenti disabilitati su Ifi di Santhià, la vertenza sugli stipendi non è chiusa: presidio alla Prefettura 56

Ifi di Santhià, la vertenza sugli stipendi non è chiusa: presidio alla Prefettura

Fiom, News

Il 29 giugno, come Fiom Cgil Vercelli Valsesia, insieme ai nostri delegati, abbiamo presentato ai lavoratori un’ipotesi di accordo con un piano di rientro delle spettanze di marzo e della 14esima mensilità del 2017, che verrà perfezionato in settimana con un vero e proprio impegno scritto da tutte le parti. Vorremmo ricordare che si è raggiunto questo risultato anche perché durante i 5 giorni davanti ai cancelli della fabbrica, l’azienda ha effettuato i bonifici di parte della retribuzione di marzo e dello stipendio di giugno che fino ad allora non era stato erogato. La strada è ancora lunga.

Contrariamente a quanto da alcuni sostenuto, lungi da noi dire che la vertenza è chiusa. Rimangono le forti preoccupazioni sul futuro, infatti abbiamo chiesto un piano industriale di investimenti produttivi al fine di migliorare le condizioni di lavoro e conferme sulle prossime commesse, che ci permettano di guardare un po’ più in la nel tempo. Rimangono in essere gli arretrati dei lavoratori sui fondi pensione in aggiunta al 40% di marzo e la 14esima 2017 (e probabilmente anche sulla prossima 14esima del 2018), di cui ad oggi nulla è dato sapere.

Per questo abbiamo chiesto che le istituzioni territoriali, sia il Prefetto che il comune di Santhià, intervengano con i mezzi a loro disposizione per fare in modo di tutelare i 132 dipendenti che ad oggi non dormono sonni tranquilli per la situazione in essere.

Martedì 3 luglio, dalle 15 alle 17, si è svolto un presidio a Vercelli davanti alla Prefettura con una delegazione di dipendenti, per manifestare il punto di vista dei lavoratori e le loro preoccupazioni.

Ivan Terranova, segretario generale Fiom Cgil Vercelli Valsesia

Related Articles

Back to Top


http://www.cgil.it
http://www.cgilpiemonte.it
© CGIL VERCELLI VALSESIA - CF: 80007560024