SABATO 14 OTTOBRE, UNA GIORNATA DI MOBILITAZIONE NAZIONALE

Comunicati stampa

 

CGIL CISL UIL
COMUNICATO STAMPA 

SABATO 14 OTTOBRE, UNA GIORNATA DI MOBILITAZIONE NAZIONALE 

Cambiare le pensioni, dare lavoro ai giovani, difendere l’occupazione, garantire a tutti una sanità efficiente, rinnovare i contratti a partire da quelli pubblici. Sono queste le motivazioni con cui CGIL CISL UIL scenderanno in piazza, anche a Vercelli, rispondendo a una mobilitazione sindacale unitaria 


 
Un volantinaggio davanti alla sede della Prefettura di Vercelli. Così sabato 14 ottobre,  dalle ore 10 CGIL, CISL e UIL provinciali raccoglieranno l’invito alla mobilitazione lanciata dalle Organizzazioni sindacali a livello nazionale, e che coinvolgerà tutto il Paese. 

La vertenza attorno alla quale si richiamano tutte le attenzioni riguarda il futuro di milioni di donne e uomini, e il senso stesso della convivenza comune nel nostro Paese.

Nelle prossime settimane, infatti, il Parlamento approverà la Legge di bilancio 2018 e  come Sindacato si attendono tutte quelle risorse necessarie per completare la cosiddetta ‘fase 2’ delle pensioni, per difendere l’occupazione in tutti i settori, per permettere il rinnovo dei Contratti Nazionali della Scuola e delle Pubbliche Amministrazioni e le risorse  necessarie per una spesa sanitaria che rimanga nei parametri previsti dall’OCSE del 6,5% del PIL, soglia sotto la quale non sarebbe più garantito un Servizio Sanitario Universale.

Le proposte sindacali sono chiare:

  1. Sul fronte delle pensioni (estratto):
    1. Il blocco della perequazione automatica all’aspettativa di vita previsto per il 2019.
    2. Il superamento della disparità di genere delle donne e la valorizzazione del lavoro di cura.
    3. Il sostegno alle future pensioni che riguarderanno in particolare modo i giovani, al fine di aumentare la flessibilità in uscita e garantire trattamenti dignitosi.
  2.  

  3. Sul fronte del lavoro e dei giovani (estratto):
    1. Favorire il lavoro stabile e contrastare l’abuso dei tirocini formativi.
    2. Rafforzare l’apprendistato come forma prevalente di ingresso nel mercato del lavoro.
    3. Qualificare i percorsi di alternanza scuola lavoro.
  4.  

  5. Sul fronte della difesa dell’occupazione e degli ammortizzatori (estratto):
    1. Avviare sostenere e rafforzare le politiche attive del lavoro.
    2. Allargare, anche in via transitoria, la durata e le modalità di utilizzo della cassa integrazione nelle aree di crisi.
    3. Modificare, al fine di renderlo maggiormente fruibile, il Fondo Integrazione Salariale.
  6.  

  7. Sul tema della sanità (estratto):
    1. Il progressivo aumento del finanziamento sanitario al fine di allinearlo alle indicazioni OCSE sull’incidenza della spesa sanitaria sul PIL.
    2. Una campagna straordinaria per la prevenzione e la promozione di sani stili di vita.
    3. L’eliminazione del super-ticket introdotto nel 2011.
    4. La garanzia del finanziamento dei LEA.
  8.  

  9. Sul fronte dei rinnovi contrattuali (estratto):
    1. Stanziare le risorse per il rinnovo dei Contratti del Pubblico impiego, della Scuola e dell’Università.
    2. Valorizzare il lavoro pubblico per migliorare i servizi al cittadino.
    3. Stabilizzare i precari.

Per tutte le ragioni sopra esposte, CGIL CISL e UIL scenderanno in piazza sabato 14 ottobre 2017.

Contatti: 

Quagliotti Luca  CGIL Vercelli – Valsesia, 335 316513
Bompan Roberto – CISL Piemonte Orientale, 335 294776
Mosca Maria Cristina – UIL Biella – Vercelli, 339 39228966

Related Articles

Back to Top


http://www.cgil.it
http://www.cgilpiemonte.it
© CGIL VERCELLI VALSESIA - CF: 80007560024